ADHD adulto: questi sono segni tipici

Cos’è l’ADHD?

Il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività – ADHD in breve – è indicato come un disturbo mentale dal Ministero Federale della Salute. Circa il 2-6% di tutti i bambini e gli adolescenti soffre di ADHD. sono caratteristici dell’ADHD iperattività (esigenza eccessiva di muoversi), disattenzione (capacità di concentrazione ridotta) e impulsivo (azione sconsiderata).

Per diagnosticare correttamente l’ADHD, le anomalie devono comparire per un lungo periodo di tempo e in diverse aree della vita del bambino. La diagnosi e il trattamento vengono effettuati dopo un esame differenziato da parte di un medico o di uno psicoterapeuta.

Anche gli adulti possono avere l’ADHD.

L’ADHD non colpisce solo i bambini, anche gli adulti possono avere la sindrome. L’ADHD è stato diagnosticato durante l’infanzia o in un secondo momento. Una ridotta vigilanza può essere osservata in tutti gli adulti affetti da ADHD. L’iperattività e l’impulsività, che sono molto pronunciate nei bambini e negli adolescenti, diminuiscono nell’età adulta. Invece, gli adulti con ADHD sono irrequieti e più irregolari delle altre persone.

L’ADHD può rendere difficile la vita professionale e personale delle persone. Le persone colpite hanno problemi di adesione alle strutture. Ad esempio, dimenticano gli appuntamenti, non rispettano le scadenze o hanno difficoltà a concentrarsi sul lavoro.

Sintomi dell’ADHD negli adulti

Negli adulti, l’ADHD si manifesta attraverso i seguenti sintomi:

  • Diminuzione delle prestazioni: La disattenzione, il lavoro incoerente o l’oblio dei compiti sono modelli di comportamento tipici degli adulti con ADHD.
  • Labilità emotiva: Gli adulti con ADHD soffrono di forti sbalzi d’umore, sono inclini a stati d’animo depressi e prendono decisioni irregolari.
  • Comportamento impulsivo: Le persone con ADHD spesso agiscono spontaneamente, parlano molto e interrompono gli altri nella conversazione.
  • Intolleranza allo stress: Le persone colpite non gestiscono bene lo stress e non riescono a gestire la pressione. Una bassa tolleranza allo stress è espressa, tra le altre cose, da difficoltà ad addormentarsi o da un’esagerata necessità di riposo quando si è oberati di lavoro.
  • Comportamento sociale disturbato: Gli adulti con ADHD hanno difficoltà a seguire le regole (p. es., guidare), attraversare i confini con altre persone e sono socialmente isolati.
  • Problemi nell’organizzazione della vita quotidiana: I malati di ADHD spesso trovano difficile mantenere la propria vita in ordine. Perdono o dimenticano cose, si presentano in ritardo agli appuntamenti o hanno difficoltà a fare i lavori domestici.
  • Bassa autostima
  • comportamento di evitamento
  • problemi di dipendenza

Le differenze tra i sessi sono riconoscibili, ma non ci sono prove scientifiche che lo dimostrino con certezza.

Le donne con ADHD hanno maggiori probabilità di avere le seguenti caratteristiche:

  • sognare ad occhi aperti
  • Pensiero e azione caotici
  • Problemi con la strutturazione e l’azione pianificata
  • incertezze
  • voltaggio
  • sbalzi d’umore

Gli uomini hanno i seguenti problemi:

  • Forte irrequietezza interiore e nervosismo
  • impazienza
  • Problemi con il lavoro di squadra
  • rapida distrazione

Cause dell’ADHD

Nei pazienti con ADHD, le regioni cerebrali cruciali per il controllo e l’attenzione comportamentali sono particolarmente colpite. Nell’ADHD, le sostanze messaggere (neurotrasmettitori) nel cervello sono sbilanciate. La causa principale dell’ADHD è la genetica. Inoltre, svolgono un ruolo importante le influenze ambientali come il parto prematuro, le complicazioni durante il parto o il consumo di droghe e nicotina durante la gravidanza.

Opzioni di trattamento per l’ADHD adulto

Esistono diverse terapie non farmacologiche e farmacologiche utilizzate per trattare l’ADHD negli adulti. Quale metodo terapeutico ha più senso dipende dall’individuo e dai sintomi. Le persone colpite dovrebbero quindi chiedere un consiglio completo al proprio medico. In caso di grave disagio, i farmaci possono alleviare i sintomi. I farmaci sono spesso usati in combinazione con altre opzioni terapeutiche, come la psicoterapia. Usando la terapia comportamentale, gli adulti con ADHD imparano a cambiare attentamente i loro modelli di pensiero e comportamento.

Fonti: bundesgesundheitsminister.de, adhs.info, adhs-ratgeber.com

Video: ADHD – il nuovo trattamento dà speranza

Leave a Reply

Your email address will not be published.