Carenza di vitamina K: 9 sintomi e conseguenze

Carenza di vitamina K: 9 sintomi e conseguenze

4. Sangue nelle urine

Se la coagulazione del sangue è disturbata a causa di una carenza di vitamina K, nei casi più gravi anche i globuli rossi possono entrare nelle urine delle persone colpite. sulla chiamata ematuria l’urina può quindi diventare leggermente rossa in determinate circostanze. Il fenomeno si verifica anche in alcune malattie renali, come calcoli renali o cancro ai reni.

5. Sanguinamento allo stomaco con vomito

La maggiore tendenza a sanguinare a causa di una carenza di vitamina K può farsi sentire anche all’interno del corpo. Oltre all’intestino, anche lo stomaco può essere colpito da sanguinamento. Un’emorragia allo stomaco più grave può anche portare a vomito sanguinolento, un chiaro segnale di avvertimento che dovrebbe indurti a consultare immediatamente un medico. Perché oltre a una carenza di vitamina K, possono essere scatenanti anche ulcere, infiammazioni della mucosa gastrica o corpi estranei.

6. Aumento del rischio di malattie cardiovascolari

Diversi studi sugli animali e sull’uomo hanno già dimostrato che la vitamina K è importante per la salute dei vasi sanguigni. Nell’ambito del Rotterdam Heart Study, i ricercatori hanno scoperto che i soggetti del test che hanno consumato molti cibi ricchi di vitamina K2 durante il periodo di osservazione di dieci anni avevano depositi significativamente inferiori sulle pareti dei vasi e quindi avevano meno probabilità di sviluppare arteriosclerosi. rispetto a quelli a basso contenuto di vitamina K. Con un buon apporto di vitamina K, anche il rischio di malattia coronarica (CAD) è diminuito e la salute cardiovascolare generale dei partecipanti è migliorata.

7. Sgabello nero

A causa della maggiore tendenza a sanguinare e al possibile sanguinamento dello stomaco con carenza di vitamina K, anche le feci possono scolorire. Mentre striature rosso vivo di sangue nell’ano o nelle feci indicano che c’è sanguinamento dalle sezioni posteriori dell’intestino, emorroidi o ragadi anali, ad esempio, parla anche uno scolorimento da scuro a nero. feci di catrame chiamato – perché l’emorragia si verifica già nello stomaco o addirittura nell’esofago. Perché il pigmento rosso brillante del sangue è in contatto con l’acido dello stomaco cloruro di ematina convertito e scolorito, quindi da scuro a nero. In tal caso, dovresti contattare immediatamente il medico, a meno che tu non sia sicuro che lo scolorimento sia dovuto al consumo eccessivo di barbabietole, mirtilli o compresse di ferro.

8. Difficoltà di concentrazione e stanchezza

Un apporto insufficiente di vitamina K non è sempre percepibile attraverso sintomi tipici come la tendenza a sanguinare. Sfortunatamente, in caso di carenza di vitamina K possono verificarsi anche sintomi pervasivi come scarsa concentrazione, stanchezza costante o mal di testa. In particolare, è difficile identificare carenze lievi con sintomi così generali, poiché il malessere generale si verifica con la vitamina K. la maggior parte delle carenze di vitamine e minerali . Quindi, vai dal tuo medico di fiducia per chiarimenti se sei stato molto stanco di recente e sei riuscito a malapena a concentrarti.

9. Maggiore suscettibilità alle infezioni

Sei costantemente malato o prendi il raffreddore più spesso del solito? All’inizio si nota una leggera mancanza di approvvigionamento attraverso una maggiore suscettibilità alle infezioni. Questo sintomo piuttosto aspecifico rende anche difficile dedurre direttamente una carenza di vitamina K. Inoltre, una maggiore suscettibilità alle infezioni è anche un segno comune di altre carenze o malattie nutrizionali. Se sei spesso malato o hai il raffreddore, dovresti assolutamente farti fare un esame del sangue dal tuo medico di famiglia.

Alimenti particolarmente ricchi di vitamina K

Puoi facilmente soddisfare il tuo fabbisogno di vitamina K con questi alimenti:

  • Cavolo verde
  • spinaci
  • Rucola
  • broccoli
  • lattuga
  • cavolfiore
  • crauti
  • Yogurt ad alto contenuto di grassi e ricotta

Video: Freschi o Surgelati – Quali Verdure Sono Più Sane?

Leave a Reply

Your email address will not be published.