L’ampia gamma di prodotti CBD

La tendenza dei prodotti contenenti CBD non si ferma da anni in Germania e in molti altri paesi. Molti utenti riferiscono principalmente del suo effetto rilassante e dei successi nella terapia del dolore. Scienziati e medici hanno sempre più a che fare con il cannabidiolo. Vengono regolarmente pubblicati nuovi studi che contribuiscono a creare un quadro positivo. Il più noto è l’olio di CBD, ma oggi sul mercato esistono molte altre varianti.

Fiori di CBD

Fiori e boccioli sono gli ingredienti base di tutti i prodotti CBD. Tra le altre cose, dai fiori di canapa si possono ricavare unguenti, tinture e balsami. Puoi anche usarli per perfezionare vari piatti come biscotti e torte. Ma sono anche estremamente popolari nella loro forma pura. La maggior parte degli acquirenti di fiori di CBD lo usa per l’inalazione. Sono adatti per sigarette arrotolate a mano, oltre a riempire una pipa, narghilè e vaporizzatore. Quest’ultimo offre il vantaggio che i fiori di canapa vengono riscaldati in modo particolarmente delicato. Di conseguenza, si perde meno cannabidiolo. Poiché le piante generalmente non hanno bisogno di fertilizzanti o pesticidi, i fiori di CBD sono prodotti naturali puri, senza eccezioni. A volte viene utilizzata la luce artificiale. Garantisce la massima quantità possibile di cannabidiolo e favorisce la crescita.

Capsule di CBD

Le capsule morbide e rigide di CBD sono i secondi prodotti a base di cannabidiolo più popolari. In linea di principio, ottieni anche l’olio di CBD attraverso di loro, solo che è all’interno di un guscio. Molte persone non si abituano davvero al sapore leggermente paglierino dell’olio. Prediligono quindi capsule morbide, facilmente digeribili, da deglutire intere. Tuttavia, un effetto si verifica un po’ più tardi, dopo circa 30-90 minuti. Inoltre, il dosaggio è più semplice rispetto alla variante liquida. Quando scelgono le capsule di CBD, i vegani dovrebbero assicurarsi che il guscio sia puramente vegetale, poiché alcuni produttori usano la gelatina bovina.

Cristalli di CBD

Il cannabidiolo si trova nei boccioli e nei fiori delle piante di canapa allo stato solido. L’estrazione gli conferisce una forma più solubile, simile allo zucchero riscaldato. In questa consistenza, viene trasformato in olio di CBD. Inizialmente, i cristalli venivano offerti raramente singolarmente, ma l’offerta è in costante aumento. Il suo principale vantaggio è la sua eccezionale purezza. I cristalli di CBD di alta qualità hanno un contenuto di cannabidiolo dal 98 al 99,5%. Questo non lascia molto spazio per altri componenti. Si possono assumere per via orale, nella migliore delle ipotesi si diffondono sulla mucosa orale. In questo modo si dissolvono immediatamente ed entrano rapidamente nel flusso sanguigno. Inoltre, i cristalli di CBD possono essere aggiunti ad alimenti come yogurt e muesli. In questo caso, l’inizio dell’azione è un po’ più tardi. È anche possibile vaporizzarli in un vaporizzatore.

Creme e paste al CBD

Finora le creme di cannabidiolo hanno suscitato scarso interesse. Lo svantaggio è che molti produttori pubblicizzano i loro prodotti con il nome di CBD, ma ne contengono solo una piccola parte. Inutile dire che questi non convincono in modo efficiente. La pasta di CBD è relativamente nuova sul mercato. In termini di purezza, sono da qualche parte tra i cristalli e l’olio. Sono usati solo per via orale. Sarebbe anche ipotizzabile un uso esterno, ma per l’efficacia è necessaria un’elevata percentuale di CBD, proprio come con le creme.

Leave a Reply

Your email address will not be published.